SALVATORE VITA MISCELATORE RECORD FUTURISTA 2018

IL MISCELATORE RECORD FUTURISTA 2018 È IL BARMAN SALVATORE VITA CON IL COCKTAIL “L’ELETTRODISIACA”. 

Fiumi di “polibibite” in occasione della finale della terza edizione del concorso Miscelatore Record Nazionale 2018 che si è svolta il 18 ottobre scorso al Museo Nazionale dell’Automobile di Torino. Il titolo è andato a Salvatore Vita, autore del cocktail L’elettrodisiaca.

IL MISCELATORE RECORD FUTURISTA 2018: SALVATORE VITA

Romano, classe 1980, in forze all’Osteria la Carbonara dal 1906 Salvatore Vita ha vinto  con il cocktail L’elettrodisiaca, scelto “per l’estrema cura anche sotto l’aspetto della presentazione, nel rispetto dei canoni della Miscelazione Futurista, oltre che per la grande presenza scenica del miscelatore, la sua capacità di interpretare e creare un’ambientazione coerente”.

Salvatore Vita porta a casa le bottiglie speciali messe a disposizione da Strega e Nardini e i biglietti per volare all’Athens Bar Show (6 e 7 novembre) dove celebrerà il dettato futurista sullo sfondo del Partenone anche nel corso di una serata dedicata nel cocktail bar A for Athens.

“Un’esperienza fantastica che intreccia arte e miscelazione – ha commentato Vita – Cocchi continua a mantenere alto lo spirito futurista permettendo a noi miscelatori di dare risalto alla nostra tecnica rivestendola di  valori culturali. La mia polibibita in particolare, Lelettrodisiaca, vuole essere un risveglio, una pozione liquida scaldante, afrodisiaca, rigenerante, che rende omaggio all’elettricità di alimenti e liquidi, con ingredienti che puntano a ricaricare il corpo umano con elettroliti naturali”.

LA RICETTA DEL COCKTAIL VINCENTE, L’ELETTRODISIACA:

  • 
2 cl aquavite Nardini
  • 4,5 cl Barolo Chinato Cocchi
  • 2 cl caffè aromatizzato con bucce di limone
  • 2 cl di Vov
  • 2 rondelle di banana
  • 1,5 cl di liquore Strega Alberti
  • Tre spruzzi di Mistrà Pallini esterno al bicchiere

Versare tutti gli ingredienti in un frullatore, aggiungere ghiaccio a pezzetti e frullare per pochi secondi.
 Versare in una Coppa Martini di rame preraffreddata.
 Guarnire con una banana sul bordo del bicchiere con la punta sporcata di peperoncino.

In abbinamento: cubi di arancia salata, cioccolato fondente Venchi, mandorle tostate salate, formaggio caprino, peperoncini piccanti ripieni con capperi.

INGREDIENTI UDITIVI: Respiro umano, Tuono, a seguire suoni che ci hanno accompagnato dall’inizio del secolo scorso ai giorni nostri, in ripetizione.

INGREDIENTI VISIVI NON EDIBILI: Fili di rame, fili elettrici, scultura di ferro, rame, lampade elettriche e cellulare con visione ipnotica.

IL GIUDIZIO FINALE DELLA GIURIA TECNICA

Creatività e originalità della ricetta, tecnica di esecuzione, conoscenza e valorizzazione dei prodotti della liquoristica italiana, coerenza storica e rispetto dei dettami della miscelazione futurista, presentazione della polibibita, gusto, riproducibilità: questi i criteri che  hanno guidato la giuria tecnica composta, oltre a Piccinino, da Rossella De Stefano, direttore di Bargiornale, Nerina Di Nunzio, direttore IED Roma, Cinzia Ferro, Miscelatore Record Nazionale 2016, Elisa Favaron, Miscelatore Record Nazionale 2017, Mirko Turconi, bar Manager Piano 35 Lounge Bar e l’AD di Cocchi Roberto Bava.

GLI ALTRI BARMAN PREMIATI

Menzione Speciale Campari a Rino Bussolo (Password Speakeasy / Password Bartender School – Castel Frentano, Chieti) con “Lo Stuzzicatore”.

Menzione Speciale Vecchia Romagna a Valerio Trentani (Alchimia, Milano) con “Gli intelletti di Marinetti

L’Ardito Miscelatore in Destrutturata Gomma (Miscelatore Gommoso) a Valerio Dussich con “Il Sensazionale” realizzato con la S.P.O.S.A.

Il voto popolare, novità di quest’anno della competizione, ha premiato Luca Menegazzo (Estremadura Café di Verbania) con “E adesso (b)pasta!!!!“.

I BARMAN FINALISTI

Gli altri concorrenti di questa edizione sono stati Marco Fedele (Botaniko, Roma) con “Dai su alzati da giù“; Michele Guagliardo (Il Roma, Ravenna) con “Il bene del Futurismo“; Luca Roatta (Relais Cuba Chocolat, Cuneo) con “Cif-Ciaf“;  Massimo Stronati (Vina Enoteca, Palo Alto, California) con “È pronto! Nonna Italia’s Bruschetta“.

.