Renault EZ-ULTIMO hotel

RENAULT EZ-ULTIMO, lo shuttle robot che si guida da solo

Il Gruppo Renault ha appena presentato al Salone dell’Auto di Parigi il concept EZ-ULTIMO

Terza concept car della Casa automobilistica francese nel mondo dei servizi di mobilità urbana, autonomi, 100% elettrici, connessi e condivisi, questa Renault EZ-ULTIMO (che si pronuncia “EASY ULTIMO”) ci ha incuriosito. Si tratta di un veicolo premium concepito per essere propostoa alberghi di lusso, compagnie aeree, operatori della mobilità o dalle società di autonoleggio con conducente, “accompagnando di volta in volta i singoli utenti in un’occasione speciale come la prenotazione in un ristorante stellato”.

Esperienze premium per il turismo e la ristorazione

Renault suggerisce alcuni dei possibili usi che le aziende del turismo e della ristorazione potrebbero fare del veicolo robot EZ-ULTIMO. Vediamoli nel dettaglio.

Trasferimenti di lusso

Con EZ-ULTIMO gli hotel o i complessi alberghieri di lusso come l’Evian Resort potranno proporre ai propri clienti esperienze immersive e alto di gamma di trasferimento dall’aeroporto di Ginevra all’Hotel Royal***** Evian, in condizioni che rispecchiano perfettamente il prestigio dei luoghi e l’esperienza premium che i clienti potranno apprezzare. Questi spostamenti su strada potrebbero essere proposti in alternativa ai trasferimenti nautici già esistenti sulle acque del Lago Lemano con l’Evian One.

Scoperte turistiche premium

Gli alberghi e le agenzie di viaggio potranno proporre ai propri clienti visite guidate dei principali monumenti di una città o di un sito archeologico in veicoli autonomi premium come EZ-ULTIMO, la cui tecnologia a bordo (connettività, schermi, informazioni, etc.) può essere personalizzata e fungere da concierge o guida turistica a bordo.

Esperienze club esclusive

I tour operator all inclusive di prestigio come il Club Med potranno utilizzare EZ-ULTIMO per ampliare in vari modi l’esperienza premium proposta ai propri clienti nell’ambito della certificazione Exclusive Collection di cui si fregia, per esempio, il Resort Club Med Cefalu in Sicilia. Trasferimento dei clienti direttamente da casa all’aeroporto di partenza oppure trasferimento dall’aeroporto di arrivo fino alla villetta assegnata. EZ-ULTIMO potrà anche continuare ad accompagnare il cliente durante l’intero soggiorno, nelle escursioni verso i punti di interesse individuati – ancora una volta con contenuti personalizzati, avvincenti e immersivi.

Sessioni di shopping

Renault EZ-ULTIMO HotelLe firme di lusso proprietarie di più boutique in una stessa città potranno proporre alla propria clientela un’esclusiva esperienza di shopping con EZ-ULTIMO come mezzo di trasporto itinerante da una boutique all’altra. I servizi interattivi proposti a bordo aiuteranno i clienti a scoprire le promozioni, le vendite in corso o gli eventi organizzati in negozio. Non ci sarà bisogno di portare con sé i sacchetti degli acquisti perché questi rimarranno custoditi a bordo fino al rientro in albergo.

Una nuova esperienza di mobilità premium

Grazie a EZ-ULTIMO, gli operatori della mobilità potranno proporre ai propri clienti un’esperienza premium da vivere durante gli spostamenti oppure per un tempo determinato (ad esempio mezza giornata o una serata). Il cliente disporrà allora di EZ-ULTIMO per tutti i tragitti che vorrà effettuare nel periodo della prenotazione. La soluzione perfetta, per esempio, per andare al ristorante a festeggiare un anniversario di matrimonio o per regalarsi una fuga di poche ore in un posto che si sta visitando, approfittando dell’abitacolo lussuoso e dei servizi offerti a bordo.

RENAULT EZ-ULTIMO: si guida da solo

Scopriamo ora qualcosa di più sul robot veicolo. Prima di tutto, abbiamo detto che ha un livello di guida autonoma 4, ma cosa vuol dire? Vuol dire che non ha posto di guida ed è completamente in grado di guidare da solo. Può gestire le distanze rispetto al veicolo che lo precede, può mantenersi nella propria corsia o cambiarla in caso di sorpasso e girare agli incroci. Insomma, può circolare sia in città che in ambito extraurbano, recarsi all’aeroporto o dall’albergo a un punto di interesse turistico e così via.

Come fa? Beh, di base è necessario che sussistano due condizioni fondamentali: per prima cosa l’area di circolazione deve essere stata in precedenza chiaramente definita e mappata in HD. Per seconda cosa, il veicolo deve essere connesso alle infrastrutture stradali (semafori, biforcazioni, eventuali pedaggi, etc.), in questo modo il suo sistema autonomo può prevedere gli eventuali punti caldi o gli ostacoli temporanei lungo il percorso. Indipendentemente dall’ambiente, i sensori in funzione sono sempre gli stessi: radar, lidar, telecamere, ultrasuoni. Le configurazioni dei software elaborano e analizzano i dati raccolti dai sensori che sono diversi a seconda che il veicolo circoli in città o in aree extraurbane. Le configurazioni cambiano automaticamente quando il veicolo rileva il nuovo ambiente in cui si trova.

RENAULT EZ-ULTIMO, caratteristiche tecniche

Renault EZ-ULTIMO è lungo 5,80 metri e alto 1,35 metri. Quando è fermo ha un assetto molto basso, ma quando è in movimento le sospensioni attive permettono di sollevare la carrozzeria da terra di diversi centimetri. L’accesso è facilitato, grazie a un’ampia apertura automatica e al sedile disposto su binari girevoli che vanno ad accogliere il passeggero. La motorizzazione elettrica e le batterie integrate sotto il pianale, fanno si che il pavimento sia piatto. Il telaio 4CONTROL a quattro ruote sterzanti garantisce agilità e sicurezza, sia in città che sulle strade extra urbane.

Per entrare, come se fosse manovrata da un maggiordomo virtuale, la porta laterale si apre automaticamente mentre la sezione vetrata superiore si alza come le ali di una farfalla, intanto davanti alla portiera compare per terra un segnale luminoso che augura il benvenuto ai passeggeri.

Uno spazio al 100% privato

All’interno lo spazio è al 100% privato, perchè le sfaccettature della parte superiore della carrozzeria, trattate come falsi specchi, creano un effetto di leggera trasparenza, ma schermano l’abitacolo da occhi indiscreti. Le sfaccettature sono completate, poi, da materiali nobili come legno, marmo e pelle, lavorati in modo moderno e adattati all’uso automobilistico. Lo spazio privato di EZ-ULTIMO è come una specie di lounge di prima classe.

Realizzato in puro spirito “carrozza 2.0”, come dicono dalla Casa, il design del Renault EZ-ULTIMO  è ispirato a elementi architettonici come gli appartamenti haussmaniani o lo store Prada di Tokyo. Vuole ricordare, insomma,  uno scrigno, un bozzolo, da cui i passeggeri – fino a 3 – possono guardare la città senza essere visibili dall’esterno,  osservare il cielo dal vetro del tetto panoramico, come da una finestra, e sentirsi – insomma –  “come nel salotto di casa”.

Renault EZ-ULTIMO salotto

Un salotto Neo-Retrò

Un ampio sedile a un posto è disposto in senso contrario alla marcia e un profondo sedile a due posti è rivolto nell’altro senso: questo permette di conversare sedendosi gli uni di fronte agli altri per una maggiore convivialità. Il pavimento di Renault EZ-ULTIMO è rivestito da un parquet di noce americano posato a spina di pesce.

RRenault EZ-ULTIMO poltronaIl “salotto” e gli arredi che compongono l’abitacolo sono stati progettati in stile neo-retrò che rende omaggio ai 120 anni della Marca Renault. Per regolare la luminosità e il suono sono previsti comandi a manopole che traggono ispirazione dai giradischi hi-fi, sono disposti su due console discrete che escono dall’alloggiamento solo quando richiesto.

L’atmosfera retrò dell’abitacolo, infatti, non impedisce alla tecnologia di essere presente a bordo: connettività Wifi, alloggiamenti di ricarica a induzione per smartphone e tablet che servono anche per usufruire dei vari servizi offerti a bordo. La tecnologia è tutt’altro che ostentata, grazie allo spazio apposito previsto per il tablet e ai supporti degli alloggiamenti di ricarica che escono solo premendo un pulsante. I servizi a bordo di EZ-ULTIMO comprendono anche servizi di tipo concierge accessibili tramite l’App dedicata installata sul tablet. I passeggeri possono, per esempio, prenotare una camera d’albergo o un tavolo al ristorante per continuare loro esperienza.