Giovani Ricette 2018 Bassano Tavola

GIOVANI RICETTE 2018 e Asparago Bianco di Bassano

è Alex Ravanello dell’Enaip di Bassano il vincitore del Concorso Giovani Ricette 2018 con il piatto: “Asparago profumato all’arancia candita, con calamari e rosmarino”.

Giovani-ricette-Bassano 2018Giovani Ricette è un concorso di cucina per le scuole alberghiere che si svolge ogni anno a Bassano del Grappa. Giunto ormai alla sua settima edizione, l’evento è organizzato dai Ristoratori Bassanesi di Confcommercio, con la partecipazione degli istituti alberghieri del territorio. Quest’anno in giuria c’eravamo anche noi di Brigata!

GIOVANI RICETTE con l’ASPARAGO BIANCO DI BASSANO DOP

Il concorso Giovani Ricette si inserisce e accompagna il “maggio bassanese”, tutto dedicato all’asparago bianco di Bassano D.o.p. e al vino Vespaiolo. Leggete qui se volete saperne di più!

Asparagi e Vespaiolo 2018

 

I giovanissimi cuochi delle classi 3^, 4^ e 5^ dell’IPSAAR Maffioli di Castelfranco Veneto (sedi di Crespano e Montebelluna), dell’Accademia delle Professioni Dieffe di Lonigo e dell’ENAIP di Bassano del Grappa, infatti, sono stati messi alla prova nella preparazione di ricette a base di asparago bianco.

L’obiettivo della gara, però, non è solo quello di valorizzare il prodotto locale, ma è anche offrire ai ragazzi degli istituti alberghieri un’occasione di crescita per mettersi alla prova, confrontarsi e sperimentare sui piatti della tradizione.

Giovani Ricette 2018 Bassano CuocoI piatti in gara

Cinque le proposte preparate dai ragazzi nella cucina dell’Hotel Ristorante Al Camin di Cassola che ospitava l’evento:

  • Lamelle di Asparagi marinati su novella e scaglie di Collina Veneto.
  • Asparago profumato all’arancia candita, con calamari e rosmarino.
  • Crema di Asparagi con uovo bazzotto fritto
  • Sparasi e Ovi
  • Semifreddo all’asparago con salsa al lampone

La ricetta tradizionale con l’Asparago Bianco di Bassano DOP

La ricetta della tradizione, in realtà, è molto semplice e vede l’asparago bianco semplicemente bollito, condito a piacere con olio, sale e pepe, accompagnato da uova sode. Nel bicchiere, rigorosamente, un Breganze D.O.C. Vespaiolo.

INGREDIENTI per 4 persone: 2 kg Asparagi Bianchi di Bassano DOP; 8 uova fresche di gallina; Olio extravergine di oliva; sale e pepe.

PREPARAZIONE: innanzitutto, la parte finale dell’asparago va pelata. Poi, facciamo dei mazzetti da 10 asparagi circa e li leghiamo con lo spago (le punte devono essere alla pari). A questo punto taglieremo la parte del fondo dell’asparago 2 cm circa.

I mazzetti di asparagi così composti vanno immersi (in piedi e fino a ¾ della loro altezza) in acqua salata e vanno lasciati cuocere (coperti) per circa 20 minuti.

Questi asparagi così bolliti andranno scolati e serviti in un piatto insieme con le uova sode  (basote), sarà il commensale a sminuzzarle a piacere e a condirle con Olio EVO, sale, pepe e aceto di vino.

Giovani Ricette 2018 Bassano Giuria

La giuria

La giuria dell’edizione Giovani Ricette 2018 era composta da ristoratori, giornalisti, food blogger e da professionisti del settore. C’eravamo anche noi di Brigata. Il voto, da 5 a 10, doveva essere espresso su quattro parametri: presentazione del piatto , equilibrio dei sapori, originalità della ricetta e degustazione.

Giovani Ricette Bassano Vincitori

I vincitori

Primo classificato, con 529 punti: Alex Ravanello, 18 anni, dell’Enaip di Bassano con il piatto “Asparago profumato all’arancia candita, con calamari e rosmarino”.

Giovani Ricette 2018 Bassano 1°

Secondi, con 524 punti, Alex Della Valle e Gabriel Sfabu Vladut dell’Accademia Dieffe di Lonigo, con “Sparazi e ovi”. A loro, vogliamo consegnare anche un virtuale premio speciale di Brigata.

Giovani Ricette 2018 Bassano 2°

Terzo, a 517 punti, il team dell’IPSAAR Maffioli della sede di Crespano del Grappa con il “Semifreddo all’asparago con cioccolato bianco e salsa di lamponi”.

L’ASPARAGO BIANCO DI BASSANO DEL GRAPPA

La storia fotografa l’Asparago Bianco bassanese nell’enogastronomia veneta già nel 1530, data di una nota spese che testimonia come i Dogi veneziani fossero soliti ordinare mazzi di asparagi di Bassano.

I documenti mostrano anche che nello stesso periodo, i Padri conciliari, durante il loro viaggio verso Trento, fecero tappa a Bassano per degustare la prelibatezza.

Origini dell’asparago, perchè è bianco?

L’asparago in realtà è originario dell’Asia Minore, ma lo troviamo citato già nel 200 A.C. nel De Agricoltura di Catone. La particolare tecnica di coltivazione che lo rende bianco si fa risalire, invece, al Medioevo e sarebbe legata a un caso.

Pare che intorno al 1500, una fortissima grandinata distrusse tutte le punte degli asparagi che fuoriuscivano dal terreno. I contadini, quindi, scoprirono la parte che, essendo rimasta sottoterra e senza luce, non aveva potuto assumere la tipica colorazione verde-violetta.

Per ottenere il colore (o l’assenza di colore) infatti, l’asparago viene fatto crescere in particolari condizioni e protetto dalla luce solare.

Il Consorzio di Tutela dell’Asparago Bianco di Bassano DOP

Quindi, arriviamo al 1980 quando per preservare e promuovere il marchio e per favorire la diffusione del prodotto si è costituito il Consorzio di Tutela dell’Asparago Bianco di Bassano, che nel 2007 ha ottenuto la DOP.

Va detto che anche in Olanda si coltiva asparago bianco e anch’esso ha da poco ottenuto il marchio DOP. Per questo il Consorzio di Tutela ha da poco commissionato una ricerca all’Università di Padova per evidenziare le proprietà organolettiche del turione bassanese e inquadrarne la specificità e l’unicità.

Nel frattempo: acquistate, cucinate e consumate i prodotti della nostra terra!

Come riconoscere il vero Asparago di Bassano DOP

Prima di tutto, la provenienza deve essere nei territori dei comuni di Bassano del Grappa, Cartigliano, Cassola, Mussolente, Pove del Grappa, Romano d’Ezzelino, Rosà, Rossano Veneto, Nove, Tezze sul Brenta e Marostica.

Secondo il disciplinare della Regione Veneto, il diametro medio minimo al centro deve essere di 10 mm, con una lunghezza compresa entro i valori minimi e massimi di 18 e 22 cm.

Potete trovarlo solo in mazzi omogenei di peso variabile da 1 a 1,5 kg. È, inoltre, ammessa la presenza di alcune spaccature trasversali dei turioni, anzi questo è considerato un elemento di pregio e di identificazione del prodotto bassanese, vista la sua fragilità.

Dove trovare qualche buona ricetta per l’Asparago Bianco?

Naturalmente, il web è pieno di ricette, ma se volete qualcosa che abbia la garanzia del territorio d’origine, vi consigliamo di consultare la sezione apposita del sito internet del Consorzio di Tutela dell’Asparago Bianco di Bassano DOP. Navigando nel sito troverete anche i contatti giusti per acquistare il prodotto.

Anche il portale dell’associazione dei Ristoratori Bassanesi offre una bella selezione di ricette molto interessanti, le trovate qui. Oltre alle dettagliatissime descrizioni sulla preparazione, troverete anche suggerimenti per l’abbinamento vini. Tutte le ricette, inoltre, si possono scaricare nella versione stampabile.

 

Un pensiero su “GIOVANI RICETTE 2018 e Asparago Bianco di Bassano

I commenti sono chiusi.