Il miglior servizio del mondo? Eleven Madison Park di New York

Abbiamo appena iniziato a festeggiare l’Osteria francescana di Massimo Bottura e Giuseppe Palmieri che una settimana fa ha vinto il The Worlds 50 Best Restaurant 2016, un premio alla cucina ma anche alla sala, è evidente.

Continueremo a celebrare l’eccellenza italiana in Europa e nel mondo, però avevamo letto che quest’anno sarebbe stato istituito anche un premio interamente dedicato al servizio di sala, chi l’ha vinto?

Insomma, qual è il ristorante che può vantare il migliore servizio del pianeta?

will guidara

Will Guidara, direttore Eleven Madison Park, New York Photo Credit: Daniel Krieger


Dal sito ufficiale del premio abbiamo “scoperto”, così, che mentre molti dei migliori ristoranti sono riconoscibili dai loro famosi chef, l’Eleven Madison Park di New York è altrettanto ben noto per il suo direttore, Will Guidara.

Già, perchè al miglior ristorante in Nord America e numero tre del mondo, la cucina e la sala non possono essere separate: non ci può essere ottimo cibo senza ottimo servizio e la brigata di Guidara è perfetta.

Almeno così ha decretato il The Worlds 50 Best Restaurant 2016 perchè è stato l’Eleven Madison Park il primo vincitore in assoluto del premio Ferrari Trento Art of Hospitality Award.

Insomma, non è un ristorante francese e questo già è una piccola rivoluzione che, però, forse, non deve nemmeno stupirci più di tanto. Anzi, ci deve far guardare al futuro, verso una tipologia di servizio sempre più “personalizzato”, dove la tecnica perfetta e le buone maniere non bastano più.


IL PROFESSIONISTA DI SALA E’ PREPARATO A GESTIRE IL CONFRONTO E IL DIALOGO CON IL CLIENTE?

Ci torna in mente un’interessante riflessione di Lisa Foletti per il blog di Noi di Sala:

In questo momento storico, nel quale emergono criticità nel Servizio e nell’Accoglienza, che paiono non stare al passo con le evoluzioni della Cucina, mi chiedo quanto sia effettivamente scaduta la professionalità degli addetti di sala, o quanto invece non siano cambiate le aspettative dei clienti, con social network e mass media a fare da cassa di risonanza.

E quanto sia stato difficile per i professionisti di Sala adeguarsi a questi cambiamenti. Dalla semplice osteria al prestigioso tristellato, è indiscutibile che le esigenze della clientela si siano adattate a ritmi di vita, abitudini e stimoli sociali in continuo mutamento.

E a fare da padrona, in questa epoca di rivoluzioni tecnologiche, è senza dubbio la Comunicazione, che utilizza strumenti sempre più sofisticati ma che, nella sostanza, costituisce il mezzo più efficace per accorciare le distanze, veicolare concetti e stimolare il dialogo.

Ne consegue che, oggi, le persone sono sempre più inclini al contatto e al confronto, anche a tavola. E in un panorama umano sempre più variegato ed eterogeneo, sorge spontanea una domanda: il professionista di Sala è preparato a gestire il dialogo e il confronto con il cliente?

eleven-madison-park

L’incontro tra Daniel Humm (lo chef) e Guidara è diventata una vera e propria partnership e ha conferito all’Eleven Madison Park una reputazione basata non solo sul cibo eccellente, ma anche su un approccio unico al servizio. Pare che molto abbia a che fare con il calore e il “cameratismo” che traspare da tutto ciò che fanno.

HUMM E GUIDARA, BRIGATA VINCENTE

Un servizio che va oltre la semplice fornitura di piatti dalla cucina alla tavola: qui va in scena un vero spettacolo, l’esercizio di un’arte che regala agli ospiti un’esperienza completa dal momento esatto in cui oltrepassano la porta.

Humm e Guidara sono amici e colleghi da più di un decennio, dopo essersi incontrati grazie al leggendario ristoratore statunitense Danny Meyer, allora proprietario dell’Eleven Madison Park.

Nel 2011, la coppia di professionisti ha rilevato il ristorante dalla Hospitality Group Union Square di Meyer. Humm e Guidara sono anche co-autori di tre libri di cucina e hanno aperto il Made bel a Manhattan e il nuovo hotel NoMad a Los Angeles.

Entrato fra i 50 migliori ristoranti del mondo nel 2010 con il numero 50, l’Eleven Madison Park ha scalato la classifica fino a raggiungere la quinta posizione nel 2015 e la terza in quest’ultima edizione del 2016.

Il premio Ferrari Trento Art of Hospitality Award è un’ulteriore prova che la loro particolare e innovativa dinamica cucina/sala sia stata la formula magica per il successo.



Un pensiero su “Il miglior servizio del mondo? Eleven Madison Park di New York

I commenti sono chiusi.