Bindella, Paola Picchiotti, cantiniere dell'anno

CANTINIERE DELL’ANNO: il titolo va a Paola Picchiotti

Paola Picchiotti della Cantina Bindella ha vinto  la diciassettesima edizione del premio Cantiniere dell’anno organizzato dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano

Paola Picchiotti, cantiniere dell'anno (2)Alla 37° edizione della Fiera dell’Agricoltura di Tre Berte di Acquaviva, a Montepulciano (Si), si è svolta la tradizionale premiazione del Cantiniere dell’Anno. Il premio, istituito dal Consorzio del Vino Nobile, promuove le maestranze, sempre più fondamentali alla realizzazione del vino.

A Montepulciano quasi il 40% delle aziende vinicole è guidato da una donna.

IL PREMIO “CANTINIERE DELL’ANNO”

Giunto con il 2018 alla diciassettesima edizione, il Premio “Cantiniere dell’anno” ha l’obiettivo di evidenziare il professionista che si è particolarmente distinto nell’attività di cantiniere.

Si tratta di una professione antica che possiede un fascino tutto suo, legata per tradizione al territorio poliziano e al Vino Nobile e che resiste nonostante la meccanizzazione delle tecniche di cantina.

Il vino è un prodotto vivo e in quanto tale soggetto a cambiamenti, ecco perché la figura professionale tradizionale del cantiniere continua ad essere estremamente preziosa.

La premiazione

Il Premio Cantiniere dell’Anno promosso dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano è stato consegnato ufficialmente lo scorso 10 maggio, nella tradizionale cena di apertura della 37^ Fiera dell’Agricoltura delle Tre Berte di Acquaviva.

Un premio importante e molto sentito questo che il Consorzio diciassette anni fa decise di istituire – ha spiegato Piero Di Betto, presidente del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano, durante la premiazione – e d’altronde figure come quella del cantiniere in una realtà come la nostra che si basa soprattutto del vino a livello economico, sono sempre più ricercate e qualificate.

Paola Picchiotti, cantiniera per Bindella dal 2010

Paola Picchiotti, poliziana “Docg” come il Vino Nobile di Montepulciano, classe 1963,  è in forze come cantiniera nell’azienda Bindella dal gennaio del 2000.

Si occupa della gestione delle vinificazioni, travasi, filtrazioni, imbottigliamenti e delle macchine connesse. È anche la responsabile del reparto etichettamento, addetta e responsabile del magazzino e delle sanificazioni dei macchinari. Si occupa, inoltre, della gestione e della manutenzione dei vasi vinari in legno, botti e barriques.

L’Azienda Bindella

MAPPA cantina Bindella Montepulciano

La cantina in cui lavora Paola Picchiotti, Bindella, è uno dei marchi più rinomati nel panorama vinicolo internazionale.

Si tratta di una realtà che ha creduto nel territorio di Montepulciano, con anche recenti importanti investimenti, e che ha contribuito alla crescita professionale di tutto il settore. 

Il palmares dei 17 vincitori

La vincitrice di quest’anno, Paola Picchiotti, va a inserirsi in un albo d’oro che comprende:

  • Margherita Pellegrini (Fanetti)
  • Moreno Barbetti (Fassati)
  • Fabrizio Savino (Salcheto)
  • Roberta Vannozzi (Boscarelli)
  • fratelli Carmine e Orazio Capoccia (Avignonesi)
  • Stefano Rubechini (Fattoria di Palazzo Vecchio)
  • Primo Marinelli (Casale Daviddi)
  • Marco Papini (Vecchia Cantina)
  • Urano Carpini (Tenuta Valdipiatta)
  • Fabrizio Dottori (Fattoria del Cerro)
  • Dino Magi (Cantina Fanetti)
  • Daniele Giani (Vecchia Cantina)
  • Bruna Casagrande (Cantina Gattavecchi)
  • Giorgio Laurini (Fassati)
  • Enzo Barbi (Fattoria della Talosa)
  • Adamo Pallecchi (Cantina Contucci)

LE DONNE E IL VINO A MONTEPULCIANO

Per il secondo anno consecutivo e per la quarta volta dalla prima edizione del premio, una donna è spiccata tra i vari candidati, in una professione idealmente maschile.

A Montepulciano, patria del Vino Nobile, in realtà la figura femminile nel mondo del vino è sempre più forte. Su 75 associate al Consorzio, sono 17 quelle condotte da donne e 11 quelle cointestate. Il 36% del totale delle imprese vinicole, quinadi, è diretto da una donna.

Più bassa, ma in crescita, la quota rosa degli enologi. Sono sette le cantine che hanno un enologo donna (il 9% del totale).

LEGGI ANCHE: I Trent’anni del Vino Nobile di Montepulciano

 

Un pensiero su “CANTINIERE DELL’ANNO: il titolo va a Paola Picchiotti

I commenti sono chiusi.